Nella giornata di oggi è partito il taglio di decine di alberi su Via Ricci e Via della Liberazione, due strade importanti della città di Chieti.

    Nel corso degli anni ci siamo più volte battuti dentro e fuori dall’aula consiliare affinchè venissero tutelate insieme sicurezza dei cittadini e tutela ambientale.

    Al taglio di piante non più curabili è indispensabile corrisponda specularmente la messa a dimora di nuovi alberi, sia per la qualità dell’aria sia per la tenuta del terreno grazie al ruolo fondamentale delle piantumazioni.

    Presto su Via Ricci verranno finalmente posizionate nuove alberature ma questo non basta. Chiederemo ancora al Sindaco e all’Assessore al verde pubblico di ripristinare nuovi giovani arbusti in Piazzale Marconi e presenteremo la richiesta di applicazione della legge 113 del 1992, anche conosciuta come ” legge Rutelli “.

    La stessa, con le modifiche apportate anche dal d.l. n.10 del 14 gennaio 2013 dovrebbe garantire l’incremento delle aree verdi urbane attraverso la previsione che nuovi alberi vengano piantati non soltanto in occasione della venuta al mondo di ciascun neonato nel territorio teatino, ma anche ogni qual volta un bimbo adottato entra a far parte di una famiglia del Comune.

    Chiederemo infine l’istituzione di un registro per il censimento degli alberi nella città di Chieti e una maggiore periodicità nelle analisi sulle piante esistenti.

    Categorie: Politica e Abruzzo

    Commenta


    Video segnalato

    • Segui Alessandro Marzoli su Facebook
    • Segui Alessandro Marzoli su Twitter
    •  Segui Alessandro Marzoli su Instagram