Intervista di Marco Rapone al Presidente GIBA, Alessandro Marzoli, pubblicata su IL MESSAGGERO di lunedì 12 agosto 2013.

    Nel mondo del basket italiano, la GIBA, l’Associazione nata con lo scopo di tutelare i giocatori italiani, da qualche tempo parla abruzzese: alla Presidenza c’è il teatino Alessandro Marzoli, avvocato con la passione per la palla a spicchi, mentre il vice è quel Mario Boni, sempre amatissimo in Abruzzo dove ha giocato con le maglie di Roseto e Teramo.

    Alessandro, sei un uomo impegnato: in politica nella tua Chieti, ma anche negli Stati Uniti, dove ti abbiamo visto tra gli attivisti per la rielezione del Presidente Obama;e poi la passione per il basket, non solo giocato ti ha portato alla presidenza della GIBA: qual è il vostro obiettivo?

    «L’obiettivo dell’Associazione Giocatori è di poter garantire agli atleti, professionisti e dilettanti, tutele durante il periodo dell’ attività e una maggior serenità nell’affrontare il post carriera. Si è creato un grande entusiasmo col sostegno di tutti, a partire dai due capitani della Nazionale Raffaella Masciadri e Stefano Mancinelli».

    E’ di pochi giorni fa l’accordo con la Lega Nazionale Pallacanestro, per avere una maggior tutela dei giocatori:

    «Anche se partivamo da posizioni molto distanti, con la buona volontà delle parti abbiamo raggiunto un’intesa, mettendo paletti importanti, in particolare su polizza infortuni e nuovo fondo di sostegno ai dilettanti».

    Come riuscite a stare vicino a tutti gli atleti, in questo periodo di crisi finanziaria, con quali strumenti agite?

    «La situazione è difficile, a fronte di una riduzione degli ingaggi è importante che i giocatori abbiano certezze almeno su pagamenti e tutele; come GIBA abbiamo più che dimezzato la quota di iscrizione, ed ora vogliamo coinvolgere i nostri associati in ogni scelta, sia attraverso internet, che con la nostra presenza alle manifestazioni».

    Non possiamo non parlare di basket giocato, visto che c’è il ritorno del derby tra Chieti e Roseto in Legadue Silver. «Avere due squadre con grande tradizione in un campionato di vertice sarà molto avvincente, e mi fa piacere che i due club stiano facendo sforzi importanti per allestire roster competitivi. Insomma, ci sarà da divertirsi».

    Infine una curiosità: com’è Boni lontano dal parquet, il solito bonario rompiscatole che vuole solo vincere?

    «Mario è esattamente com’era in campo: senza paura e con un grandissimo cuore; e per me è un vero onore averlo al fianco in questaentusiasmante avventura alla GIBA».

    994573_231282227020048_1560810892_n

    Categorie: Basket e Giba

    Commenta


    Video segnalato

    • Segui Alessandro Marzoli su Facebook
    • Segui Alessandro Marzoli su Twitter
    •  Segui Alessandro Marzoli su Instagram