IL TEMPO Abruzzo, Venerdì 8 marzo 2013

    Articolo nel quale sono citati anche il Presidente e il Vice Presidente della GIBA.

    [TESTO DELL’ARTICOLO]

    Il poker d’assi nel basket che conta
    Marzoli e Ciafardoni tra sindacato e procuratori

    L’Abruzzo del basket si ritrova in mano un poker d’assi, quattro persone che nei diversi ambiti della pallacanestro occupano ruoli importanti. Da qualche settimana, ai «veterani» Stefano Mancinelli e Luigi Lamonica si sono aggiunti Alessandro Marzoli e Ernesto Ciafardoni. Il più noto del quartetto è, ovviamente, il giocatore. Si tratta di Stefano Mancinelli, chietino maturato alla Fortitudo Bologna – dove ha vinto lo Scudetto da Capitano – ed oggi Capitano della Nazionale e giocatore del Cantù dopo l’esperienza di Milano. Se Mancinelli gioca, un altro abruzzese fischia. Si tratta di Luigi Lamonica, pescarese di nascita e rosetano d’adozione, direttore di gara fra i più bravi e quotati al mondo, oltre che fischietto italiano più titolato. Nessun italiano, salvo Lamonica, ha diretto la Finale dei Mondiali e quella degli Europei (per ben 3 volte). L’uomo in grigio, che nel 2011 ha dato alle stampa il volume «Decidere» in cui racconta le sue esperienze internazionali, ha collezionato una impressionante serie di successi dal 2010 ad oggi, che hanno ulteriormente impreziosito un palmares più unico che raro. Ultime soddisfazioni, in ordine di tempo, la direzione della Finale di Coppa Italia 2013 (7 Finali dirette, che si aggiungono alle 16 Finali Scudetto) e la designazione per i Campionati Europei che si svolgeranno il prossimo mese di settembre in Slovenia. Detto dei due veterani, da tempo abituati alla ribalta mediatica, il movimento cestistico abruzzese registra con soddisfazione gli incarichi di rilevanza nazionale recentemente affidati a Marzoli e Ciafardoni. Alessandro Marzoli è stato eletto presidente della Giba – Giocatori Italiani Basket Associati – il sindacato che riunisce i giocatori di pallacanestro che lavorano in Italia e gestisce il loro fondo trattamento di fine rapporto. Marzoli, giovane giurista con una esperienza negli Stati Uniti alle ultime presidenziali, come volontario in California nel comitato pro Obama, è affiancato in questo difficile impegno da Mario Boni, campione amatissimo in Abruzzo per i successi ottenuti a Roseto e Teramo. «SuperMario», dopo aver appeso le scarpe al chiodo, ha deciso di dedicarsi anche alla gestione dei diritti dei giocatori. Un compito molto delicato quello che spetta alla coppia Marzoli-Boni, soprattutto in considerazione del momento di crisi economica che attanaglia il movimento cestistico nazionale. È recente anche l’incarico nazionale conferito a Ernesto Ciafardoni, di Giulianova, eletto Vice Presidente dell’Associazione Procuratori Sportivi Pallacanestro. L’ex giocatore e odierno procuratore abruzzese – che in passato ha rappresentato Claudio Bonaccorsi e oggi cura gli interessi, fra gli altri, dei fratelli Valerio e Francesco Amoroso – affiancherà Virginio Bernardi, eletto alla presidenza. Dunque quattro personaggi di spicco, tutti abruzzesi doc, che occupano quattro importanti posti nel basket italiano. Certo i ruoli sono diversi, ma il generale momento di crisi e la necessità di riforme anche nel mondo del basket, chissà che non li veda intorno ad un tavolo tutti insieme, per ipotizzare un futuro migliore nel mondo della palla a spicchi.

    Luca Maggitti

    74449_173164049498533_1098223287_n

     

    Categorie: Basket e Giba

    Commenta


    Video segnalato

    • Segui Alessandro Marzoli su Facebook
    • Segui Alessandro Marzoli su Twitter
    •  Segui Alessandro Marzoli su Instagram