Solidarietà applicata al basket: un progetto innovativo a livello europeo, confermato per il terzo anno consecutivo.

    Anche quest’anno siamo riusciti a realizzare un progetto a sostegno dei giocatori di basket disoccupati. Un motivo di orgoglio per noi e l’ Associazione di cui mi onoro di essere presidente.

    La GIBA continua a essere un punto di riferimento a livello europeo fra le associazioni di atleti, confermando per il terzo anno consecutivo il proprio progetto di sussidio ai giocatori senza squadra. Si tratta dell’unica associazione continentale a farlo.

    Il sussidio, proposto per la prima volta nel 2015, è stato fortemente voluto dai giocatori componenti del Direttivo GIBA, che lo hanno confermato sia nel 2016 sia nel 2017, come reale segnale di solidarietà verso i colleghi di lavoro meno fortunati.

    Dal 2016, il sussidio è stato raddoppiato e portato a 40 (quaranta) giorni, invece dei 20 (venti) previsti nel 2015.

    Pertanto, i giocatori di basket iscritti alla GIBA che saranno senza squadra ma staranno cercando un contratto nel periodo compreso fra il 2 e il 13 ottobre 2017, potranno usufruire del sussidio se hanno più di 23 anni, nella stagione 2016/2017 hanno giocato nei campionati di A, A2, B e hanno già giocato 5 stagioni in campionati nazionali.

    Il sussidio è previsto anche per le giocatrici di A1 femminile.

    Le richieste saranno vagliate in ordine di arrivo e soddisfatte a seconda del budget a disposizione.

    Per ogni ulteriore chiarimento, la Segreteria della GIBA è a disposizione al numero telefonico 051.6231086.

    L’avvocato Alessandro Marzoli, Presidente della GIBA, ha così commentato il progetto: «Come dichiarato nel nostro Statuto, all’articolo 1, la GIBA ha per scopo la tutela degli interessi sportivi, professionali, morali ed economici dei giocatori di pallacanestro e la promozione di iniziative utili alla categoria ed allo sviluppo dello sport della pallacanestro e tutte le attività sociali in aiuto alla categoria dei giocatori che si trovino in situazioni di salute o comunque sociali disagevoli. Per questo, da quando abbiamo l’onore di guidare l’associazione, ci impegniamo anche nei campi del post carriera, del dual career e della mancanza di lavoro nel mondo del basket. Il giocatore senza contratto vive un momento di difficoltà, noi proviamo a sostenerlo per farlo guardare avanti e proseguire nella sua carriera».

     

    I CRITERI PER LA RICHIESTA DEL SUSSIDIO

    Per accedere al sussidio è necessario osservare tassativamente i seguenti criteri.

    • Aver giocato almeno 5 stagioni nei campionati di Serie A, Serie A2, Serie B, Serie C (o diverse denominazioni negli scorsi campionati), di cui almeno una stagione in un campionato professionistico (vale anche parte di stagione) e almeno due stagioni nei campionati di Serie A2, Serie B (o diverse denominazioni negli scorsi campionati), tranne nel caso in cui si sia giocato tre stagioni in un campionato professionistico.
    • Aver compiuto 23 anni alla data della richiesta del sussidio.
    • Essere in possesso del passaporto italiano.
    • Essersi iscritto alla GIBA nella stagione 2016/2017 entro il 30/04/2017.
    • Non aver firmato alla data della richiesta del sussidio nessun contratto o accordo economico/scrittura privata relativo ad un campionato Nazionale o Regionale e non essere Tesserato.
    • Aver intenzione di proseguire l’attività agonistica e quindi essere alla ricerca di una squadra in modo continuativo.
    • Nella stagione precedente alla richiesta non aver giocato in un campionato inferiore alla attuale Serie B.

     

     

    LE MODALITA’ PER LA RICHIESTA

    Di seguito, le modalità per la richiesta del sussidio.

    • Le domande vanno redatte seguendo tassativamente il modulo predisposto che va compilato con estrema precisione soprattutto per la parte riguardante i dati bancari. A questo proposito si precisa che la richiesta di sussidio, se accolta, verrà erogata solo ed unicamente su di un conto corrente bancario intestato al richiedente.
    • Le domande devono essere inviate alla GIBA tramite email personale a giba@giba.it o tramite posta.
    • Le domande dovranno pervenire alla GIBA a partire dalle ore 9 del 02 Ottobre 2017 fino alle ore 20.00 del 13 Ottobre 2017.
    • Le domande verranno accolte in ordine cronologico fino all’esaurimento dei fondi stanziati per il progetto. A parità di data e orario di arrivo, avrà la precedenza la domanda del richiedente con età anagrafica maggiore.
    • In caso di disponibilità economica residua prima del termine del progetto potranno essere accolte domande presentate da giocatrici donne che abbiano i vari requisiti previsti anche per gli uomini, che abbiano giocato almeno 5 anni nel campionato di A1 femminile e che nell’ ultima stagione non abbiano giocato in un campionato inferiore alla A2 femminile e domande di atleti uomini che abbiamo le caratteristiche di cui sopra anche senza aver giocato a livello professionistico.

     

    Commenta


    Video segnalato

    • Segui Alessandro Marzoli su Facebook
    • Segui Alessandro Marzoli su Twitter
    •  Segui Alessandro Marzoli su Instagram